3 REGOLE PER ORGANIZZARE IL TUO NUOVO GUARDAROBA

Tu non immagini quanto io adori organizzare la mia cabina armadi ad ogni cambio di stagione. Ti potrò sembrare folle, ma io amo definirmi ”l’intrippata” del guardaroba!
E’ un vero “trip” il mio, lo sai?
Sono disposta a tutto pur di avere una cabina armadi perfettamente in ordine e funzionale, senza dover perdere tempo in assurde ed inutili quotidiane ricerche mentali nei meandri della mia affollata memoria e ricerche fisiche per districarmi tra cassettiere, scatole e grucce solo e ripeto SOLO per riuscire a trovare ciò che voglio indossare. Non se parla proprio… Proprio NO!

3 REGOLE PER ORGANIZZARE IL TUO NUOVO GUARDAROBA

Ecco perché seguo, ad ogni cambio di stagione, queste 3 regole frutto della mia personale esperienza.

REGOLA 1
Osservo la mia cabina armadi come se fosse il mio peggior nemico ed inizio a pianificare una vera e propria strategia di guerra. Svuoto tutti i cassetti ed i vari contenitori del loro subdolo contenuto, lanciandolo con prepotenza sul letto; con altrettanta prepotenza afferro le grucce gettandole anch’esse sul letto.

Eccomi così a dover combattere su due fronti: il letto con i capi di abbigliamento della stagione ormai passata, la cabina armadi vuota che devo riorganizzare con i capi della nuova stagione.
Ma devo fare attenzione ad aspetti per me fondamentali, non è sufficiente prendere i capi dello scorso anno e riporli con non curanza, come se un nuovo anno, una nuova stagione e nuove esigenze non fossero intervenuti.

REGOLA 2
Tutti i capi della precedente stagione che ora giacciono inermi sul letto, li suddivido in due gruppi: capi utilizzati (gruppo A) e capi non utilizzati (gruppo B). Dando per scontata la “fase lavanderia” che volutamente tralascio, li ripongo così suddivisi, già pronti per il prossimo inverno.
Successivamente, passo al guardaroba della nuova stagione, che l’anno precedente avevo già suddiviso in capi utilizzati (gruppo A) e non utilizzati (gruppo B).

Ti suggerisco di partire dal gruppo B e di chiederti: ciò che non ho indossato la scorsa primavera, lo indosserò anche quest’anno? Devi rispondere senza tentennamenti, subito, di getto, la risposta deve essere immediata. Se la risposta è SI’, allora questi capi li inserisci nel gruppo A; se, al contrario, la risposta è NO li devi fare sparire. Molti sono gli enti e le associazioni di beneficienza che si occupano della raccolta di capi di abbigliamento usati. E di tanto in tanto aiutare il prossimo non può che farci sentire meglio.

REGOLA 3
A questo punto, se hai seguito le due regole precedenti, come me ti trovi di fronte solo capi del gruppo A, quelli che hai indossato la scorsa primavera.
Poiché il mio conto corrente bancario tende a languire, non mi posso permettere di rinnovare l’intero guardaroba, anche se ti confesso che mi piacerebbe un sacco… chissà… magari un domani… Ma oggi no, non mi è economicamente possibile.

E quindi, ripongo i capi “vecchi” seguendo un preciso criterio: colore, tessuto, modello, utilizzo.
Da sinistra verso destra: jeans, pantaloni, gonne lunghe, abiti, camicie, bluse, giacche … tutti in ordine di colore (dal più scuro al più chiaro), di tessuto e pesantezza (dal più pesante al più leggero), di lunghezza (dal più lungo al più corto), di utilizzo (dal più casual al più elegante).
Mi allontano, osservo ed ecco che immediatamente mi accorgo di ciò di cui ho bisogno per rinnovare il mio guardaroba senza prosciugare il conto corrente.

Ecco due esempi. Mi manca qualcosa di colore argento, uno dei colori MUST della primavera 2018. E visto che quest’anno le temperature non sono poi così gradevoli decido per un piumino 100 grammi con cappuccio e per un paio di stivaletti da abbinare ad un vecchio paio di jeans.

Piumino I BLUES – Jeans MET JEANS – Stivaletti MISS GLOBO

Piumino I BLUES

Mi manca anche il verde ed una giacca modello “chanel”, perfetta da abbinare a dei pantaloni bianchi che ho da un paio d’anni e che ho intenzione di indossare anche quest’anno.

Giacca PENNYBLACK – Pantaloni ALBERTO ZAMBELLI

Giacca PENNYBLACK – Pantaloni ALBERTO ZAMBELLI

Giacca PENNYBLACK – Pantaloni ALBERTO ZAMBELLI

Giacca PENNYBLACK – Pantaloni ALBERTO ZAMBELLI

Giacca PENNYBLACK – Dettaglio

Brand: I BLUES – MET JEANS – MISS GLOBO – PENNYBLACK – ALBERTO ZAMBELLI
Ph Credits: MAURO GAIMARRI

Ladybb – “La vanità è femmina” così dicono, mentre io dico che una donna ha il dovere di prendersi cura di sé ed ogni donna lo può fare scegliendo gli strumenti che ritiene più consoni alla sua personalità.

Pin It on Pinterest