UNDERWEAR O OUTERWEAR?

Cosa accade alla moda primavera/estate 2017? Ci vuole tutte delle nuove “Lolite” che in biancheria intima munite di carrello della spesa girovaghiamo per le corsie dei supermercati alla ricerca disperata di un piatto pronto che ci salvi la cena?
“Lolite” con indosso sottovesti, body, bralette, corsetti cropped e quant’altro che passeggiamo come se niente fosse sui marciapiedi della nostra città sotto gli occhi incuriositi e stralunati degli ignari passanti, che ci presentiamo al lavoro con innata nonchalance in pigiama (o “pijama”) …

UNDERWEAR O OUTERWEAR?

Ebbene sì, che tu lo voglia o no, i trends di questa stagione TRASFORMANO CAPI UNDERWEAR IN OUTERWEAR !
Capi di abbigliamento che abitualmente indossiamo sotto agli abiti (UNDERWEAR) sembrano quasi ribellarsi, trasformandosi essi stessi in veri e propri outfit (OUTERWEAR) per donne fashioniste e di carattere che amano osare, ostentare e mostrare il lato più spregiudicato della propria personalità, ma sempre e solo nel rispetto della femminilità, dell’eleganza e della classe.

E quindi ecco che sottovesti, reggiseni e body vengono indossati sotto ad abiti trasparenti o a kimoni (come ho fatto io).

La sottoveste viene trasformata in abito da sera; i body abbinati a jeans e pantaloni a vita alta o a short; i reggiseni portati sopra una camicia o una maglia; le bralette, i top a balconcino ed i corsetti cropped abbinati a pantaloni e gonne con ombelico scoperto oppure indossati sotto ad una camicia o ad una giacca ed il pigiama prende il posto del classico completo giacca/pantalone.

UNDERWEAR O OUTERWEAR?

In buona sostanza la lingerie è la protagonista più “intima”, più femminile e provocante della stagione, che mi riporta alla Belle Epoque quando al Moulin Rouge le ballerine del Can Can, al termine dello spettacolo, mostravano la biancheria intima alzando le loro lunghe ed elaborate gonne; alle dive degli anni ’60 come Elizabeth Taylor, Sophia Loren e Shirley Eaton con la loro lingerie ricamata; al 1990 quando Jean-Paul Gaultier realizzò un reggiseno-corsetto per la star internazionale Madonna.

Esibizionismo, provocazione e spregiudicatezza quindi non sono certo una novità, in fondo cosa vi è di più femminile che mettere in evidenza, con la dovuta discrezione ed il necessario buon gusto, della preziosa lingerie?

LA SOTTOVESTE firmata ALBERTO ZAMBELLI PE 2017

La collezione PE 2017 dello stilista Alberto Zambelli (che trovi qui >> articolo Zambelli ) presenta molti richiami al “mondo dell’intimo” partendo dal color nude, dalle linee accappatoio e vestaglia, dalle elasticature da corsetteria, ai tessuti quali la seta twill ed il tecno chiffon.
Nelle immagini indosso una sottoveste 100% seta che ti ho già presentato in abbinamento ad un kimono (leggi l’articolo sul kimono) ed in abbinamento ad un long dress trasparente (leggi l’articolo sulle trasparenze) ed ora da underwear l’ho trasformata in outerwear, uno splendido abito da sera.

Brand: ALBERTO ZAMBELLI www.albertozambelli.it
Ph Credits: www.officinafoto.com

ALBERTO ZAMBELLI PE 2017

ALBERTO ZAMBELLI PE 2017

Ladybb

4 Commenti

  1. Luca

    Sei una donna splendida, una vera Lady!

    Rispondi
  2. Ladybb

    Ciao Luca, ti ringrazio moltissimo, ma il merito è della sottoveste di Zambelli … è favolosa! Buona giornata.

    Rispondi
  3. Luca

    La sottoveste sarà pure favolosa, ma per me sei favolosa tu!

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ladybb – “La vanità è femmina” così dicono, mentre io dico che una donna ha il dovere di prendersi cura di sé ed ogni donna lo può fare scegliendo gli strumenti che ritiene più consoni alla sua personalità.

Pin It on Pinterest