UN “ALAMARO” IN UNA PICCOLA CITTA’

Un antico palazzo non propriamente ristrutturato, ma antico. Ve ne sono molti nella mia piccola, ma storica città.
Vedo una porta rozzamente dipinta con una dozzinale vernice marrone, è semi aperta e quindi con curiosità sbircio attraverso di essa.
Uno stretto vano scale mi accoglie nella sua semplice oscurità.
Mi ritraggo, non mi piace ciò che vedo oltre quella porta.
La chiudo e mi adagio sui grigi gradini antistanti. Gradini ruvidi e sconnessi.

ALBERTO ZAMBELLI PE 2017

ALBERTO ZAMBELLI PE 2017

UN “ALAMARO” IN UNA PICCOLA CITTA’

Mi guardo intorno osservando le gialle pareti scrostate e le persone che mi passano accanto.
Qualche auto di passaggio alza polvere dalla stretta e dissestata via in ghiaia di fronte a me.
Alcuni passanti, incuriositi, si fermano un istante per osservami; altri proseguono per la loro strada voltandosi di tanto in tanto.
Non me ne preoccupo, è normale un tale atteggiamento in una piccola città di provincia come la mia, è sufficiente un non nulla per incuriosire inutilmente le persone e distrarle dalla abituale normalità che le fa muovere.

ALBERTO ZAMBELLI PE 2017

ALBERTO ZAMBELLI PE 2017

Mi appoggio alla porta rozzamente dipinta con una dozzinale vernice marrone e me ne faccio una ragione … in fondo è la mia città ed appartengo ad essa.

ALBERTO ZAMBELLI PE 2017

ALBERTO ZAMBELLI PE 2017

UN “ALAMARO” IN UNA PICCOLA CITTA’

Nella mia piccola città, accanto ad una porta rozzamente dipinta con una dozzinale vernice marrone, indosso un abito in cotone armaturato con un alamaro a contrasto stampato a mano sulla vita e sulle spalle. Un abito, dotato di bottoni in acciaio, dal taglio minimal e geometrico della collezione Alberto Zambelli PE 2017. Ripeto: un alamaro stampato a mano!

ALBERTO ZAMBELLI PE 2017

Lascio così che le persone mi osservino senza giustificato motivo, se non per mera curiosità provinciale.

Brand: Alberto Zambelli www.albertozambelli.it
Ph Credits: Mauro Gaimarri

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ladybb – “La vanità è femmina” così dicono, mentre io dico che una donna ha il dovere di prendersi cura di sé ed ogni donna lo può fare scegliendo gli strumenti che ritiene più consoni alla sua personalità.

Pin It on Pinterest